Napoli-Inter, semifinale di ritorno di Coppa Italia, che si dovrebbe giocare questo giovedì potrebbe saltare. Ieri il Napoli si è recato a Roma per l’assemblea straordinaria di Lega, che parlava proprio di questo: il rischio è che Napoli-Inter si giochi a porte chiuse a causa delle direttive del Ministero della Salute in merito al problema del Coronavirus.

L’arrivo di centinaia di persone da Milano (tra tifosi e addetti ai lavori) avrebbe potuto rappresentare un rischio-contagio, visto che la Lombardia è tra le regioni più colpite. Ma il Napoli ha voluto scongiurare in ogni modo il rischio di giocare a porte chiuse: ecco perché il club azzurro si è fatto promotore di una proposta, vale a dire rinviare la partita tra Napoli e Inter di Coppa Italia per far giocare quella di campionato tra la Juventus e i nerazzurri nella giornata di mercoledì. In questo modo, la semifinale di Coppa Italia si potrebbe giocare a maggio, magari il 13, giorno in cui è previsto il recupero Juventus-Inter.

La volontà della Lega Calcio è di recuperare Juventus-Inter e le altre partite della 25esima giornata tutte insieme, probabilmente nel prossimo week end. Al Napoli la notizia non dispiace, perché l’importante è che giovedì si possa giocare regolarmente a porte aperte. Tutto confermato, allora, anche se resta un minimo e teorico rischio che ci possano essere altre novità, visto che la Lega ha facoltà di rinviare le partite entro 72 ore dal fischio d’inizio.

Condividi:
Twitter
Visit Us
Follow Me
Follow by Email
RSS